Il servizio civile

Nel 2000 il Parlamento Italiano ha deciso la sospensione della leva obbligatoria a partire dal 1 gennaio 2007: fino a quella data, tutti gli obbligati alla leva potranno continuare a scegliere tra servizio militare e, per chi si dichiara obiettore di conoscienza, servizio civile. A partire dal 2007, il servizio militare ed il servizio civile saranno esclusivamente volontari.
Il servizio civile è innanzitutto un’esperienza umana di solidarietà e di servizio alla comunità, secondo i principi contenuti nella Costituzione. Ma, grazie alla possibilità di acquisire conoscenze e competenze pratiche, esso è anche un’occasione di crescita personale e di formazione: per molti obiettori di coscienza, ad esempio, il servizio civile ha rappresentato un punto qualificante per la crescita professionale, spendibile nella vita lavorativa successiva. La legge prevede che i volontari in servizio civile godano degli stessi benefici cui hanno diritto gli obiettori di coscienza.
Nei prossimi mesi verranno determinati i cosiddetti crediti formativi per coloro che prestano il servizio civile e che saranno riconosciuti nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale. Anche le Università possono riconoscere crediti formativi per attività prestate nel corso del servizio civile rilevanti per il curriculum degli studi.
Quindi se sei una ragazza tra 18 e 26 anni, un ragazzo inabile alla leva o abile ma obiettore, il Servizio Civile Volontario ti offre l’opportunità di aiutare gli altri, di crescere e di fare un’esperienza di lavoro. Gli ambiti in cui è possibile impegnarsi sono: l’educazione ai minori, l’assistenza, la promozione culturale, la protezione civile ed ambientale. 
Per ogni informazione puoi rivolgerti alla segreteria della Misericordia di Roma Centroi in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.



Che cos'è?
Consiste nella scelta, assolutamente volontaria, di impegnarsi per dodici mesi in una delle attività comprese tra i vari settori di intervento previsti, riconducibili a quattro ambiti omogenei:
• Assistenza (settori: assistenza, cura e riabilitazione, reinserimento sociale e prevenzione),
• Ambiente e protezione civile (settori: protezione civile, difesa ecologica, tutela ed incremento del patrimonio forestale, salvaguardia e fruizione del patrimonio forestale),
• Cultura ed educazione (settori: promozione culturale, educazione, salvaguardia del patrimonio artistico),
• Estero (settori: formazione in materia di commercio internazionale, cooperazione decentrata, interventi post conflitti, interventi peacekeeping, cooperazione ai sensi della Legge 49/1987).
E' in effetti un'importante occasione di crescita personale, uno strumento per aiutare le fasce più deboli della società e un mezzo per dare il proprio contributo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del Paese. ??Ma è anche l'opportunità di aggiungere un'esperienza significativa al proprio curriculum, spendibile nel corso della vita lavorativa. Può diventare addirittura opportunità di lavoro e comunque assicura una minima autonomia economica.

A chi è rivolto?
I requisiti per partecipare sono:
• aver compiuto il diciottesimo e non abbiano compiuto il ventottesimo anno di età quando presentano la domanda (quindi, non più alla data di scadenza del bando);
• non essere stati condannati con sentenza di primo grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l'appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata;
• essere in possesso di idoneità fisica, certificata dagli organi del servizio sanitario nazionale, con riferimento allo specifico settore d'impiego per cui si intende concorrere.
Non possono presentare domanda i giovani che:
• già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
• abbiano in corso con l'ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell'anno precedente;
• gli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia.

Come fare per...
I ragazzi interessati al servizio civile volontario devono presentare, entro la data di scadenza prevista dal bando, domanda di partecipazione ad uno dei progetti predisposti dagli enti pubblici e dalle organizzazioni del Terzo Settore che abbiano ricevuto l'approvazione dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC). La domanda di partecipazione, in carta semplice, deve contenere l'indicazione del progetto prescelto e va indirizzata all'Ente che ha proposto il progetto corredata, ove possibile, di titoli di studio, titoli professionali, documenti attestanti esperienze lavorative svolte. La scelta è importante perché è' ammessa la presentazione di una sola domanda per bando. L'Ente, dopo aver selezionato i candidati, comunica la relativa graduatoria provvisoria all'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile che provvede a verificarla e approvarla. L'UNSC con proprio provvedimento dispone l'avvio al servizio dei volontari, specificando la data di inizio del servizio e le condizioni generali di partecipazione al progetto.


Come funziona ?
Le modalità dell'impiego dei volontari sono decise dall'Ente che stabilisce un progetto di attività per loro e può quindi stabilire particolari condizioni di accesso al servizio, indicando requisiti preferenziali che danno la precedenza per essere scelti. Ciò detto, l' impegno orario del volontario si aggira intorno alle 30 ore settimanali suddivise in 5 o 6 giorni, sapendo che a volte è indicato solo il monte ore annuo di 1400 ore. L'Ente, a sua discrezione, può decidere anche di optare per un orario flessibile, purché le ore settimanali non siano mai inferiori a 12. Anche in tal caso, comunque, il monte ore annuo rimane lo stesso, cioè 1400 ore nel complesso.Il volontario riceve per il servizio un rimborso mensile da parte dell'UNSC di € 433,80 e ha diritto inoltre a:
• Assistenza sanitaria gratuita (esenzione dai ticket per l'intera durata del servizio);
• Copertura assicurativa (infortuni, malattia e responsabilità civile) stipulata dall'UNSC;
• Riscatto gratuito dell'anno di servizio civile ai fini pensionistici;
• Eventuali crediti formativi e possibile valutazione del servizio come tirocinio.
I ragazzi ricevono, prima del servizio, una formazione generale inerente l'istituzione e i principi che regolano il Servizio civile nazionale ed una formazione specifica riguardo l'Ente di accoglienza e il progetto concreto sul quale dovranno lavorare. Sono inoltre seguiti nelle loro attività da un Operatore Locale di progetto, un dipendente dell'Ente, che lavora nel settore di riferimento e si mette a disposizione per fare da "maestro" al volontario. Il servizio civile volontario ha la durata di 12 mesi e non può essere ripetuto. Chi, senza giustificato motivo, interrompesse in anticipo il servizio civile, non potrà in seguito partecipare ad altri progetti di Servizio Civile Nazionale.

 

Novità:

 

corso

MARTEDI' 9 GENNAIO ALLE ORE  20,30 ,PRESSO LA NOSTRA SEDE, INIZIERA'  L'8° CORSO PER VOLONTARI SOCCORRITORI PER I NUOVI ISCRITTI.

VUOI DIVENTARE SOCCORRITORE SANITARIO?
       VIENI ……
  CORSO

DI FORMAZIONE PER
VOLONTARI SOCCORRITORI DI
>>  1°  LIVELLO  <<

TI ASPETTIAMO PER L’INIZIO DEL CORSO
MARTEDI’ 09 GENNAIO  ORE 20,30.

 

prog

 

    MISERICORDIA DI ROMA CENTRO    Via Basento 100, 00198  -  Roma.
            Tel.: 06.42.88.45.97;cell.:348.29.39.494

 

prog1                                                                                                                                VIII  CORSO PER VOLONTARI SOCCORRITORI “Livello Avanzato”.
        Roma  09 Gennaio – 20 Febbraio 2018, ore 20,30 – 22,30
         Sede: Parrocchia S. Maria della Mercede ( ENTRATA VIA TIRSO 89)

 

PROGRAMMA LEZIONI

1° LEZIONE Martedì 9 Gennaio h.20,30-PRESENTAZIONE.

  1. Dalla Parabola del Buon Samaritano al Volontariato. Storia e ruolo delle misericordie nella società. Ruolo del soccorritore: come dare aiuto. Allerta del 118. Triage. Maxiemergenza. Mezzi di soccorso. Approccio del soccorritore al paziente: i parametri vitali. Supporto psicologico al paziente, significato di stato patologico e malattia acuta.

2° LEZIONE Venerdì 12 Gennaio h. 20.30.

  1. Sistema respiratorio: Anatomia, ostruzione vie aeree, asma, edema polmonare acuto, insufficienza respiratoria, annegamento, pneumotorace.

3° LEZIONE Martedì 16 Gennaio h.20.30.

  1. Sistema cardiocircolatorio: Anatomia, Stroke, ictus,angina, arresto cardiocircolatorio.

4° LEZIONE Venerdì 19 Gennaio h.20.30.

  1. Sistema nervoso: Anatomia, epilessia, coma, diabete,convulsioni febbrili.

5° LEZIONE Martedì 23 Gennaio h.20.30.

  1. Responsabilità legali del soccorritore. Constatazione di morte. Limiti del soccorritore.

6° LEZIONE Venerdì 26 Gennaio h.20.30.

  1. Il “BLS”. Norme di primo soccorso nel lattante, bambino, adulto. Zaino di soccorso.

7° LEZIONE Martedì 30 Gennaio h.20.30.

  1. Ferite, amputazioni, emorragie. Tecniche di emostasi. Ustioni, colpo di calore,                     

          assideramento, congelamento, folgorazione.
8° LEZIONE PRATICA Sabato 3 Febbraio h.9.30.
Messa in sicurezza della scena dell’incidente. BLS. PLS. I Parametri Vitali. Manovra di                                                Heimlich. Dotazione di primo soccorso e di protezione individuale, DPI. Malattie infettive e disinfezione ambulanza.
9° LEZIONE Martedì 6 Febbraio  h.20.30.

  1. Shock: cardiogeno, ipovolemico, neurogeno, anafilattico,settico ecc..

10° LEZIONE Venerdì 9 Febbraio h.20.30.

  1. Traumi: Lussazioni e fratture:al cranio, al torace e addome, vertebre e arti.

11° LEZIONE Martedì 13 Febbraio h.20.30

  1. Intossicazioni ed avvelenamenti in genere:da agenti chimici e biologici. Tossicodipendenze:da droghe e alcool;coma etilico.

12° LEZIONE Venerdì 16 Febbraio h.20.30.

  1. Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO).L’ansia,depressione, critical stress syndrome, burn out. Agitazione psico-motoria. Il parto e il trasporto della partoriente.

13° LEZIONE Martedì 20 Febbraio h.20.30.

  1. Fasciature e presidi per l’immobilizzazione. Immobilizzazione, trasporto paziente con barella, sedia cardiopatica, coltrino.

ESAMI FINALI: Sabato 24 febbraio  h. 9.30.

  Il Presidente e Direttore Sanitario
  Dr. Gian Piero Sbaraglia

 

 

Lunedì 6 Novembre 2017

Si è svolta nella sede della Misericordia Roma Centro, guidata dal dott. Sbaraglia, alla Parrocchia di Santa Maria della Mercede: Sbaraglia ha aperto la riunione con un saluto di auguri per l’anno di cammino che iniziamo insieme.
Ha fatto seguito la Catechesi del Parroco, padre Giuseppe Celano parroco, che ha tra l’altro detto: “San Paolo nella lettera agli Efesini scrive: “Voi non siete più stranieri, e neanche ospiti…” Questa la lettura della Messa di oggi dell’ ordine dei mercedari. Infatti oggi i mercedari festeggiano tutti i santi dell’ Ordine.
Qual è l opera di carità per cui nascono i Mercedari? Quella che si vede nell’ immagine del dipinto dell’ abside: la liberazione degli schiavi e la loro assistenza. Era uno degli ordini mendicanti perché potevano col permesso del Vescovo di chiedere elemosina. I primi padri mercedari erano laici come il fondatore che era un commerciante. Nel 1244 le Misericordie sono state fondate, e quindi tra qualche anno compiranno 800 anni. Quest’ anno li compiono i mercedari, che ne festeggiano dunque 800 anni dalla fondazione. Se i mercedari e le confraternite hanno sfidato i secoli e’ perché c’è lo Spirito Santo che le conduce”
.
Dopo la catechesi, don Antonio ha presieduto la Santa Messa, ricordando nell’omelia che “L’esercizio della carità a cui sono chiamati i confratelli, ha origine e fonte nell’esperienza personale della carità di Cristo, nasce cioè dall’esperienza della Sua Misericordia”.
Dopo la Messa, come consueto, una squisita agape fraterna preparata dai confratelli e dalle consorelle della Misericordia.

 

I nostri soccorritori Gabriella e Cesare sono rientrati dall'emergenza Sisma a Camerino che li ha visti operativi dal 19/11/2016 al 26/11/2016

 

 

Il NOSTRO  GOVERNATORE DR.GIAN PIERO SBARAGLIA E'STATO NOMINATO  DIRETTORE DEI CORSI DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI CONFEDERAZIONE NAZIONALE  DELLE MISERICORDIE D'ITALIA   BLS - D   ARES 118 IRC


Per donazioni

    IBAN:
    IT-24-A-07601-03200-001001612082
    C/C Postale:
    001001612082
    Codice Fiscale: 97668650589 

    Ti stiamo cercando...

Vuoi aiutarci?